Search

Approfondimento

Il Museo di Scienze Naturali trova posto in una vecchia cascina scelta per la posizione più isolata rispetto al centro del paese. Carlo Locca, ideatore del Museo, sin dai primi anni in cui si formava l’esposizione ospitava nei giardini molti animali (come lama, struzzi e così via) quindi era necessario evitare di creare disturbo alla vita del paese.

Una certa parte di collezione fu acquistata nel bergamasco, mentre da un istituto scolastico dismesso furono recuperati materiali come le bacheche. Il patrimonio museale non si limita all’area del museo ma continua nei terreni attigui, estesi per più di trenta mila metri con piante provenienti da diverse parti del mondo, per più di mille specie.

Il risultato che possiamo osservare oggi è sorprendente: nelle diverse sale del Museo si alternano la sezione di paleontologia (con fossili dall’era Primaria alla Quaternaria), mineralogia, zoologia (centinaia gli animali imbalsamati provenienti da tutto il mondo) e civiltà antiche. La sezione entomologica conta circa duemila scatole d’insetti per un totale di circa trecentomila insetti, centomila specie classificate – alcune delle quali portano il nome di Locca – per quella che è stata classificata come la quinta raccolta nel mondo. Il tutto coronato da una ricca biblioteca scientifica e storica.

Dettagli

ORARI APERTURA

Su prenotazione

Info
Tel. +39 328.92.92.903 / +39 349.11.97.253
Email: info@museostorianaturale.org


TARIFFE

offerta libera

error: I contenuti del sito sono protetti. © Invalsesia.it